807 Views |  1

LA mozzarella di bufala

C’era una volta una ragazza che veniva dal nord che ha incontrato un ragazzo che veniva dal sud. Due mondi e due vite completamente diverse che s’incontrano, si piacciono e si amano talmente tanto che dopo 10 anni sono ancora insieme e hanno pure messo su famiglia. Questo ragazzo che veniva dal sud per impressionare una ragazza che veniva dal nord e aveva viaggiato parecchio anche nel suo sud, un giorno le fa fare cinque ore di macchina per farle assaggiare la mozzarella di bufala, anzi che dico LA mozzarella di bufala, perché da quel giorno la ragazza che veniva dal nord non ha più considerato altre mozzarelle di bufala se non quella, e non solo per via dell’amore sbocciato, ma perché effettivamente quella mozzarella è veramente buona e unica.

L’azienda dove quel ragazzo, ora uomo, nonché mio marito, portò la ragazza, ora donna, nonché io 🙂 è la Tenuta Vannulo, un’azienda agricola biologica certificata ICEA che si trova a Capaccio in provincia di Salerno.

Quando ci andai la prima volta per assaggiare quel bocconcino divino di mozzarella di bufala, c’era poco e niente: le stalle, un grande giardino dove le bufale si sollazzavano pigre nel fango, una casupola dove venivano vendute le mozzarelle, stop. Negli anni si sono aggiunte moltissime altre attività parallele: una yogurteria, un b&b di charme, un piccolo museo, la bottega della pelle, la cioccolateria…un vero e proprio business che non sbaglia un colpo.

Per i bambini queste "muccone" sono davvero impressionanti...

Per i bambini queste “muccone” sono davvero impressionanti…

Tante sono le chicche di questa tenuta, parliamo per un attimo del caseificio, ad esempio: l’entrata è piccolissima, il bancone pure, bisogna prendere il numero e attendere fuori che non ci sia ressa e arrivi il tuo numero. Nei giorni di festa è altamente consigliabile prenotare per telefono, soprattutto se volete una bella quantità di mozzarella e già che ci siete provate a domandare se c’è della provola affumicata, da provare assolutamente, ma difficile da trovare. Tutto normale se non fosse che sul retro della casupola c’è una grande vetrata che ti permette di vedere dal vivo le fasi della lavorazione della mozzarella, tutte fatta a mano (c’è solo un macchinario per la rottura della cagliata) la qual cosa non è entusiasmante solo per i bambini, ve lo garantisco!

Andando avanti, non posso non parlarvi della yogurteria, il mio paradiso privato. Mentre aspettate le mozzarelle (ci vorrà un po’ di tempo, soprattutto se è la giornata dei tour, ossia quando arrivano le corriere di turisti che fanno stop qui per una visita) o dopo averle prese, andate a scegliere quale prelibatezza volete assaggiare: yogurt, budini, brioche o plumcake, pane spalmato di creme, latte…tutto rigorosamente con latte delle bufale, uno spettacolo! Personalmente la mia colazione è plumcake con yogurt al malto e limonata (ovviamente con limoni della costiera amalfitana), oltre che una spesa folle di yogurt e budini da portar via, che vengono impacchettati in modo tale da permettervi di farli viaggiare fino a 8 ore.

I vasetti dello yogurt, ci sono anche quelli da 500ml. Foto presa da cavolettodibruxelles.it

E poi infine le bufale! Coccolate, vezzeggiate, delle vere star in quest’azienda che le tratte come animali da compagnia e non se ne serve solamente. Potrete dare un’occhio voi stessi passeggiando nella zona a loro dedicata, un grande capannone leggermente rialzato rispetto al resto, dove questi possenti animali mangiano, riposano, si fanno massaggiare da apposite macchine (non sto scherzando!) e se ne stanno nel fango, loro attività preferita, nonché importantissima ai fini della loro salute. L’azienda è biologica e le cura con medicinali omeopatici, inoltre tutto viene riutilizzato e riciclato, compreso il letame prodotto dagli animali.

Ultime aggiunte in termini di tempo sono state la pelletteria, dove si può vedere come viene conciata la pelle e comprare le fantastiche, ma costosissime borse, e la cioccolateria, dove vengono organizzate degustazioni e lezioni sul cioccolato e i formaggi di bufala (questa parte è ancora in espansione).

La Tenuta, se siete nei paraggi, merita davvero una visita, oltre che un sacco di shopping culinario, anche perché non ci sono altri punti vendita se non quello della tenuta (più km 0 di così…). Se poi per caso vi rimarrà della mozzarella di bufala (non succederà ve l’assicuro, a meno che non abbiate davvero esagerato con lo shopping ;P) vi lascio alcune mie ricette:

Millefoglie di pane carasau con mozzarella di bufala, pomodorini e melanzane alla brace

Dolcetti gluten free con ricotta di bufala

Linguine con ricotta di bufala, limone e rucola